Storia (Originale) > 01

  • Wonder Man
  • Spider-Woman [2]
  • She-Hulk
  • Sersi
  • Scarlet Witch
  • Sandman
  • Rage
  • Quicksilver
  • Quasar [3]
  • Photon

Avengers (1998) #004 Storia 01

Genere: Super-Heroes

AVENGERS

Too Many Avengers


Pagine: 22

Script
Kurt Busiek
Pencils
George Perez
Colors
Lettering




Sinossi:

Si sono radunati alla base i membri storici dei Vendicatori assieme a Duane Jerome Freeman, ovvero il nuovo contatto federale del gruppo. Alcuni personaggi (Stingray, Black Widow, Spider-Woman, Photon) hanno deciso a priori di non far parte del gruppo per ragioni personali tornando alle loro faccende personali, e Wasp e Giant-Man (membri fondatori) hanno deciso invece di prendersi una temporanea vacanza riducendo ulteriormente i candidati alla carica di Vendicatore. Nonostante ciò, la dimora degli Avengers pullula di personaggi in costume che popolano le stanze dell'edificio dando vita a curiosi scambi di battute e inedite situazioni. Wanda e Visione intanto, hanno il loro primo contatto personale da quando hanno fatto ritorno dal Rinasciverso ma la loro relazione vive un momento difficile (i due sono reduci da traumi personali) tanto che si ha l'impressione che il loro rapporto sia nuovamente da ricostruire da zero (anche se tutto fa sperare in un lento riavvicinamento). Carol Danvers (alias Binary/Ms.Marvel) ha invece deciso di cambiare nome e assumere la nuova identità di Warbird, con l'idea di dare un taglio con il passato e iniziare un nuovo capitolo della sua vita di vigilantes in costume. Sempre in merito alla Danvers, alcune analisi cliniche condotte dalla Bestia hanno evidenziato che Carol ha perso parte del suo potere cosmico, che aveva acquisito quando era Binary, per motivi non meglio chiariti. Altri potenziali Vendicatori nel frattempo abbandonano la base, rinunciando ad entrare nel team (Tigra, Starfox, Moondragon, Quasar, Sersi, Black Panther, Namor) e riducendo ulteriormente la lista dei candidati. Justice e Firestar invece (ex membri dei New Warriors) rimangono a disposizione e vogliono davvero entrare nel gruppo, tanto che per dimostrare il loro coraggio si mettono alla ricerca di Turbine riuscendo a catturarlo e allo stesso a riparare alla brutta figura rimediata in precedenza dai loro colleghi. Con molta fatica si arriva quindi alla conta finale, e Occhio di Falco decide di farsi da parte per dare modo ai suoi pupilli, Justice e Firestar di far parte del team; Capitan America acconsente ma a patto che i due rimangano per adesso solo delle riserve, allenandosi con il resto del gruppo fin quando non sarà il momento di farli entrare nella prima squadra. Epilogo: Tutto è pronto per la presentazione della nuova formazione alla stampa e al mondo intero, presentazione che come al solito è affidata a Capitan America; gli Avengers che comporranno il team del post Heroes Reborn saranno, Iron Man (Tony Stark), Thor, Hawkeye (Clint Barton, inserito anch'egli nella rosa finale), Scarlet Witch (Wanda Maximoff), Vision e Warbird (Carol Danvers), oltre ai già citati Justice e Firestar, che diverranno per la prima volta Vendicatori, anche se nominati prime riserve.

Terenzio Tragix

Note e rimandi di Continuity:

1) Prima apparizione di Duane Jerome Freeman. 2) Il nome assunto da Miss Marvel, Warbird, è un chiaro riferimento ad alcuni velivoli da guerra molto agili e leggeri in uso durante la Seconda Guerra Mondiale e lo manterrà per diverso tempo, sino ai cataclismatici eventi del crossover House of M, quando ritornerà sui suoi passi e riprenderà l'originario nome di Ms. Marvel. 3) Vance Astrovik tentò già in passato di entrare negli Avengers e quando ancora si faceva chiamare Marvel Boy (il suo primo alter-ego), come narrato in "New Warriors #1" (Vol.1), ma la sua richiesta venne respinta proprio da Captain America, a causa della giovane età dell'aspirante Vendicatore (all'epoca Vance era poco più che sedicenne). Annotazioni di continuity per Justice: Astrovik fece la sua prima apparizione nel Marvel Universe in Giant-Size Defenders v1 n. 5, ma il suo vero debutto si può dire che avvenne in Marvel Super Heroes v1 n. 18. Il Vance Astrovik divenuto da questo albo Vendicatore (per la prima volta) è la versione di "Earth-616" del più longevo Maggiore Vance Astro dei Guardiani della Galassia, ovvero una sua versione giovanile, una variante temporale che è stata resa possibile con il viaggio a ritroso che il suo Io più anziano intraprese in Marvel Two-In-One v1 n. 69, quando dal 31° Secolo tornò indietro nel tempo, per impedire al suo Io giovane di finire in animazione sospesa (che l'avrebbe tenuto dormiente per più di un millennio); ma viaggiando nel tempo Astrovik creò inconsapevolmente una divergenza temporale, che diede origine proprio alla realtà alternativa in cui sarebbe divenuto un membro dei Guardiani ("Earth-691"), mentre la sua versione giovane di "Earth-616" (il M.U. ufficiale) poco dopo l'incontro sviluppò i poteri telecinetici (in lui latenti essendo mutante) intraprendendo la carriera di supereroe con l'identità di Marvel Boy (III), che cambiò in Justice durante la militanza nei New Warriors (sin da New Warriors v1 n. 1). 4) Annotazioni di continuity per Firestar > Angelica Jones fece il suo debutto nella continuity del M.U. nel corso di Uncanny X-Men v1 n. 193, grazie allo scrittore Chris Claremont, anche se la prima apparizione assoluta del personaggio era avvenuta nel 1981 all'interno del cartone animato "Spider-Man and his Amazing Friends"; Firestar venne creata (su disegni di John Romita Jr.) per essere nel cast della serie animata di Spidey (assieme ad Ice-Man), ma venne subito rimpiazzata dalla Torcia Umana. Nella storia che segnò il suo debutto editoriale, Angelica Jones esordì nei panni di avversario degli X-Men per passare quasi immediatamente dalla parte dei buoni; qualche anno dopo, nel 1984, la Marvel gli dedicò una miniserie di quattro numeri (Firestar 1-4), in cui approfondì la conoscenza dei suoi poteri mutanti (in grado di manipolare energie simili alle microonde) e la sua vita di studentessa della Massachusetts Academy, nel periodo in cui conobbe Emma Frost, il Club Infernale e i Nuovi Mutanti. Tempo dopo Firestar riapparve per divenire membro fondatore dei New Warriors, e in quell'occasione conobbe Vance Astrovik/Justice con cui instaurò sin da subito sincera amizia; i due divennero presto compagni d'amore e fecero coppia fuori e dentro il letto. La Jones continuò la carriera di supereroina anche dopo l'apparente scioglimento dei New Warriors, la cui ultima apparizione ufficiale era avventua nel corso di Thunderbolts v1 n. 8 e n. 10, in tempo per il ritorno in scena (assieme a Justice) nel primo capitolo di "Once an Avenger…". 5) Da questo numero parte la sotto-trama riguardante i problemi di alcolismo di Carol Danvers/Warbird, che a molti farà tornare alla mente il famoso ciclo di storie degli anni '80 che vide protagonista Tony Stark/Iron Man; Carol non ha digerito affatto la perdita di parte dei poteri, e nel timore di non essere considerata più all'altezza del suo precedente ruolo di Vendicatore ha deciso di "consolarsi" con l'alcool.

Terenzio Tragix

Nel cast

Oggetti/Items