Storia (Originale) > 01

  • Gunslinger

Dark Tower - The Fall Of Gilead (2009) #005 - Storia 01

Gunslinger

[-]


Pagine: 24

Pencils
Richard Isanove
Colors
Lettering




Sinossi:

Quando Arthur Eld ha costruito Gilead, la sua città, la realizzazione del suo sogno, prima di varcare i cancelli dell'immortalità e della leggenda, lo ha fatto prevedendo che ci sarebbero stati coloro che avrebbero voluto distruggerla. Per questo, ha creato delle trappole, delle sorprese acuminate e taglienti per coloro i bellicosi visitatori indesiderati che avrebbero potuto assalire le sue porte.
Ora, Steven Deschain e Chris Johns arrivano a Gilead, unici sopravvissuti della squadra che ha assalito le forze del Buono John Farson. Steven chiede assoluta fedeltà ai soldati che lo accolgono, poi ordina a Chris di andare a prendere Roland, facendolo uscire di prigione, ma Roland si presenta già dal padre. Mentre Steven dice a Roland che lui è l'unico di cui si può fidare e gli dice di radunare il suo Ka-Tet, Chris si reca all'infermeria del Dottor DeCurry. Steven va nella sua residenza dopo aver ordinato di trasferire donne e bambini nella fortezza interna e di armare tutti gli uomini e i ragazzi della città, il nemico è alle porte.
Christopher Johns fa una tremenda scoperta nell'infermeria, il medico, le infermiere e i suoi pazienti tutti massacrati. I traditori venduti al Buono attaccano Chris e gli tagliano la gola. In quel momento, Steven, che si sente un fallimento nei confronti dei suoi antenati, perchè la caduta di Gilead è alle porte, sotto la sua reggenza, e prende le mappe delle trappole create da Arthur Eld, viene attaccato da un traditore che lo pugnala alla schiena e prende la mappa. Ma Steven non è ancora morto, prende una bottiglia sul tavolo e spacca la testa al traditore. Poi inizia a spingerlo verso la finestra, gridandogli che non vedrà il volto di suo padre per mano di un traditore di quel genere. Il traditore colpisce il braccio ferito di Steven che cade indietro, ma afferra la sua pistola e uccide il nemico. Poi, morente, lascia un messaggio con il sangue.
Lo sparo è sentito da Roland che, con i suoi amici, sta osservando il cadavere di Christopher Johns nell'infermeria, constatando che ci sono dei traditori dentro le mura di Gilead, traditori che vogliono impedire che i feriti vengano trattati. Roland corre nella torre e trova il padre morto. Sulla mappa di Eld vi è un messaggio scritto con il sangue di Steven Deschain: "Apri i pozzi".
Roland ne parla al suo Ka-Tet riunito, gli ultimi Pistoleri di Gilead. Aileen porta le Pistole di Steven, le Pistole forgiate con l'acciaio di Excalibur, spada di Arthur Eld e le consegna a Roland, acclamato come Dihn di Gilead. Cuthbert consegna a Roland il Corno di Eld. Mentre i giovani pistoleri festeggiano il loro nuovo Dihn e si preparano alla battaglia, Roland si allontana, seguito da Cuthbert. I due parlano e Roland dice che se Gilead cadrà e lui morirà, lo farà con i denti affondati nella gola del Buono, vendicando i loro padri e tutti i morti innocenti di quella guerra.



In Flashback

Oggetti/Items