Storia (Originale) > 01

Editore Serie Albo Data
MARVEL COMICS Imperial Guard (1997) #003 1997/03
  • Primus [4]
  • Commando
  • Oracle
  • Nightside
  • Nera
  • Mentor [2]
  • Gladiator [2]
  • Flashfire
  • Electron
  • Earthquake

Imperial Guard (1997) #003 - Storia 01

Genere: Super-Heroes
IMPERIAL GUARD

A Mad God Awakens


Pagine: 22

Inks
Ray Snyder
Colors
Lettering




Sinossi:

Manhattan, East River: la voce ora è scomparsa. Commando si concentra nel tentativo di sentirla di nuovo nella sua mente, ma invano, tanto che inizia a dubitare di averla mai udita e si interroga sulla sua sanità mentale. Intanto Lady Sibilla sta cercando di captare nuovamente le onde cerebrali uniche dei componenti della Milizia Sotterranea: sono chiaramente ancora nascosti nelle fogne, ma gli echi provenienti da quei luoghi sono troppi e non è in grado di essere più specifica. Mentore propone di lasciar perdere, dopotutto i ranghi della Milizia si sono notevolmente ridotti. Flashfire e Gladiatore sono invece di diverso avviso e decidono di inoltrarsi nelle fogne alla ricerca dei criminali alieni. Il leader della Guardia Imperiale chiede a Commando se abbia avuto qualche altra intuizione, ma M-Nell scuote la testa: è come se la voce con cui era prima collegato avesse rivolto altrove la sua attenzione e qualcun altro fosse divenuto il beneficiario del suo dono. In quello stesso istante, in una tavola calda, Rick Jones sta narrando a sua moglie Marlo lo strano sogno avuto la scorsa notte, così vivido da sembrare reale: è stata una sensazione strana, ma bella, e potrebbe essere la sua ultima chance per avere dei poteri, per essere una persona speciale. Marlo afferma che lui è sempre stato speciale, ma Rick non è d'accordo: ha sempre interpretato il ruolo della spalla, è sempre rimasto nelle retrovie. Ora però gli è stata data la possibilità di essere ciò che sogna da una vita: un eroe. Anche se, più che un'offerta, sembrava più una chiamata, come se non avesse scelta in materia: questo deve essere l'inevitabile prossimo passo della sua vita, il giorno della sua maturità. Rick non vuole perdere Marlo, ma non desidera nemmeno vivere di rimpianti e finire per essere uno dei tanti signor nessuno del mondo: è stato scelto come nuovo campione della Terra, è ciò che più ambiva e voleva. Però, quando avrà capito cosa fare della sua vita, tornerà da sua moglie. Un'affranta Marlo invita suo marito ad andare e fare ciò che deve, lei non glielo impedirà: spera solo che, alla fine di tutto ciò, loro due saranno ancora una coppia. Fogne di Manhattan: qui un cancro sta crescendo ed è la vendetta di Primus nei confronti della razza umana. In uno dei condotti fognari ha piazzato una negabomba, la cui temperatura interna sta costantemente ed inesorabilmente salendo: presto raggiungerà la massa critica e ci sarà una fusione che disperderà lungo tutto il globo energie negative impazzite, causando lo stesso letale destino avvenuto su Hala. Gli altri miliziani si fanno prendere dal panico, perchè così agendo distruggeranno anche loro stessi. Primus li smentisce: hanno maneggiato in piena sicurezza questo materiale radioattivo sin da quando lo hanno ritrovato tra le rovine di Hala, dopo essere cresciuti su un pianeta minerario sono ora immuni ad ogni forma di radiazione. Ma se non gli credono possono tranquillamente andarsene. Evidentemente i Kree rosa non ripongono molta fiducia nel loro leader, perchè fuggono tutti a gambe levate. Primus non se ne preoccupa, che rinuncino pure a tutte le speranze di gloria, che abbandonino il loro retaggio. Solo lui alla fine regnerà sia su Hala che sulla Terra e nessuno riuscirà a fermarlo. Poco lontano da lì, la Guardia Imperiale sta ispezionando alcuni condotti fognari quando all'improvviso davanti a loro compare uno dei miliziani, che gridando di paura annuncia una distruzione totale. Lady Sibilla effettua su di lui una sonda mentale, venendo così a sapere del reattore nucleare e dell'imminente esplosione. Gladiatore allora ordina a Sibilla, Nightside ed Earthquake di andare a cercare gli altri kree fuggitivi, mentre lui e gli altri si occuperanno di Primus. I tre protestano, ma il loro leader afferma che non vuole vedere il suo gruppo decimato e se la missione fallisce qualcuno dovrà fare rapporto all'impero Shi'Ar. Gli eroi dunque ripartono alla carica, seguendo la scia delle radiazioni che Gladiatore è in grado di rilevare: per proteggere lui e gli altri dai letali effetti, Mentore erige attorno a loro dei campi di forza. Anche Rick Jones sta scendendo nelle fogne, guidato dalla misteriosa voce che annuncia per lui un destino di grandezza ed un'eredità di potere, poichè il suo momento di gloria è vicino, deve solo strappare tale potere ad un maniaco che intende sprecarlo ed utilizzarlo per scopi mostruosi. Il giovane ritiene difficile il trionfo finchè è un semplice umano, anche se al momento solo una parte del suo potenziale è utilizzabile è sempre meglio che niente. La voce lo accontenta e Rick viene avvolto da un turbine verde, che modifica totalmente il suo corpo. Il giovane è al settimo cielo, questo va oltre ogni sua più sfrenata immaginazione ed è solo una piccola frazione di ciò che lo attende. Nel frattempo Primus sta esultando per il suo imminente trionfo, che porterà su questo pianeta la vendetta dei Kree e lo renderà loro nuovo sovrano. In quel momento arrivano Gladiatore e gli altri componenti della Guardia Imperiale: il reattore nucleare sembra pronto ad esplodere, ma non hanno idea di come fermare il tutto. Sul posto giunge anche Rick Jones, il quale dice loro di poter controllare questa terribile energia che sta indebolendo gli eroi alieni: anche se è ormai troppo tardi per impedire l'esplosione, secondo la voce che lo sta guidando lui ha la capacità di assorbire le conseguenti forze letali. Nel sentir parlare della voce, Commando gli chiede spiegazioni. Rick sa solo che è stato da essa trasformato per poter fermare questo cataclisma, nonostante i rischi che ciò comporta. La Guardia Imperiale accetta ben volentieri questo aiuto: mentre Jones assorbe le energie, loro si occuperanno del reattore. Gli eroi si lanciano verso Primus, ma già alcune brecce cominciano a comparire nel cuore del reattore, vanno immediatamente contenute poichè se filtra del materiale nucleare esso distruggerà sicuramente la Terra. All'inizio sconvolto di fronte ad una possibile devastazione, Rick Jones fa poi del suo meglio per assorbire le letali energie, un procedimento inevitabilmente doloroso. Uno sforzo lodevole, eppure insufficiente: entro breve tempo il materiale altamente radioattivo rischia di filtrare dal reattore e scivolare nelle acque, con conseguenze inimmaginabili. Gladiatore allora ordina ad Electron di circondare il reattore con un campo di forza elettromagnetico, di modo da tenerlo separato da ogni fossato d'acqua. Il suo alleato esegue, anche se non sa per quanto tempo potrà resistere. Tocca poi agli altri guardiani: con le loro armi ed i loro raggi energetici colpiscono il reattore fino a surriscaldare il metallo ad uno stato solido e sigillare così tutte le fessure e le crepe. La minaccia più immediata è stata sventata, ma la reazione a catena è ancora in atto, bisogna liberarsi al più presto di questa macchina di distruzione. Rick Jones prova a disfarsene, ma probabilmente a causa dell'eccessivo sforzo di poco prima gli riesce difficile concentrarsi: un irato Primus gli spara contro, ma viene sorpreso alle spalle da un manrovescio di Commando. Contemporaneamente Gladiatore si carica sulle spalle il peso del reattore ed inizia a librarsi in volo, giungendo in breve tempo nello spazio: sfortunatamente si aprono nuovamente delle falle e altro materiale radioattivo fuoriesce, indebolendo l'eroe. Con un ultimo sforzo comunque Gladiatore lancia il reattore oltre l'atmosfera terrestre, nelle fredde distese spaziali dove non causerà alcun danno. Un gesto che tuttavia ha ulteriormente indebolito il leader della Guardia Imperiale, il quale inizia a precipitare verso la Terra: pur sopportando la frizione del rientro, nemmeno Gladiatore può sopravvivere ad una caduta da tale altezza. In suo soccorso arriva però Commando, che lo afferra per le braccia bloccando così la sua caduta. I due tornano dunque nel rifugio della Milizia Sotterranea, dove ad attenderli ci sono i loro compagni di squadra e Rick Jones. Improvvisamente il giovane comincia ad avvertire una strana sensazione: rimpicciolisce fino a tornare all'altezza consueta, poi gli vengono sottratte tutte le sue energie, che vanno a convergere in un punto fino ad assumere una forma precisa, quella della Suprema Intelligenza. Il potere che Rick possedeva è stato utilizzato per liberarla dalla sua condizione di non-vita: il suo precedente collegamento col primo Capitan Marvel lo ha reso il soggetto perfetto. Primus, con sguardo pieno di gioia, si avvicina alla Suprema Intelligenza e la implora di poter rimanere al suo fianco come un fedele servo, ma riceve un netto rifiuto: la sua utilità si è già esaurita dopo che ha obbedito ai comandi mentali della Suprema Intelligenza ed ha portato qui sulla Terra la negabomba di modo che la suprema autorità dei Kree potesse rinascere. Così, con un colpo psichico, la Suprema Intelligenza scaglia con disprezzo Primus dentro un melmoso condotto fognario, rivolgendosi poi a Commando: il loro popolo ha raggiunto un vicolo cieco genetico che avrebbe impedito di raggiungere una vera superiorità come razza, perciò ha fatto esplodere la negabomba su Hala. Così l'evoluzione dei Kree, prima in stallo, ora è ricominciata: purtroppo il 90% della popolazione è morta, ma il rimanente 10 guiderà la razza aliena verso il futuro. Ed uno dei protagonisti di questa rinascita sarà proprio M-Nell: lui ha già ricevuto il suo dono, divenendo migliore. Ed altri seguiranno. Ma Commando rifiuta con sdegno di seguire il suo leader: finchè è stato utile ai suoi piani lo ha aiutato, ma adesso è stato abbandonato e anche se per molto tempo ha sperato in un suo ritorno il soldato non esita a ripudiare la Suprema Intelligenza e ciò che rappresenta. Commando lancia una raffica energetica contro il suo leader spirituale, che però la para con uno scudo psichico. Poi svanisce nel nulla: è molto dispiaciuto per l'ingratitudine di M-Nell ed è certo che da questo momento in avanti camminerà da solo. Ma Commando non è d'accordo: con la Guardia Imperiale ha trovato una nuova casa e nuovi amici ed insieme affronteranno qualsiasi minaccia si parerà sul loro cammino. Non visto, intanto, un affranto Rick Jones si allontana, sperando che Marlo lo stia ancora aspettando. I componenti della Guardia Imperiale acclamano Commando: il pericolo più immediato è stato sventato, ora possono tornare al loro quartier generale, a casa. Un irato Primus ricoperto di melma li osserva andar via.

Fabio Volino


Starring

Guest-Starring

Nel cast

Oggetti/Items