Storia (Originale) > 01

  • Watcher
  • Onslaught [3]
  • Doctor Doom
  • Redwing
  • Apocalypse
  • Rogue
  • Franklin Richards
  • Hulk
  • Quicksilver
  • Professor X
Genere: Super-Heroes

AVENGERS, X-MEN, FANTASTIC FOUR

| Evento: Onslaught

With Great Power...


Pagine: 48

Colors
Lettering




Sinossi:

Sul monumento in frantumi dedicato a John Lennon, la scritta "Imagine" a mosaico sul selciato ai margini di Central Park, l'Osservatore racconta la sua storia, la storia dell'ultima battaglia degli eroi contro Onslaught, votato allo sterminio di tutta l'umanità.
Xavier, da solo, ha affrontato Onslaught, dicendogli che verrà sconfitto in quanto non dotato di alcuna umanità, ma Onslaught replica che non serve l'umanità, e presto sarà cancellata, così come eliminerà Xavier. Ma Xavier viene salvato da un improvviso attacco degli X-Men, pronti ad affrontare il nemico fino alla morte se necessario. Purtroppo, gli X-Men sono rimasti in pochi, stanchi per le battaglie precedenti, e sono facili prede di Onslaught, che li sconfigge rapidamente.
Ma la speranza viene riaccesa mentre si deposita la polvere alzata dalla furia dell'assalto di Onslaught. Sono arrivati i Vendicatori, i Fantastici Quattro e tutti gli eroi ancora in grado di combattere. Onslaught reagisce all'arrivo degli eroi colpendo con una furia incredibile. In questo scontro, Joseph viene ferito e Xavier accorre ad aiutarlo.
Onslaught urla agli eroi che non farà prigionieri, quelli che gli servono sono già dentro di lui. All'interno dell'essenza di Onslaught, Franklin e Nate Grey osservano lo scontro. Nate è disperato, sa che Onslaught vuole ricreare un mondo persino peggiore di quello da cui lui proviene, ma Franklin lo rincuora e gli da coraggio: Onslaught li ha rapiti perchè insieme sono in grado di fare qualsiasi cosa, possono anche fuggire ed aiutare le loro famiglie ed amici.
Mentre gli eroi si riorganizzano, nel cielo compare un secondo sole, creato da Onslaught grazie ai poteri di Franklin. Giant-Man dice che la gravità distruggerà tutta la vita sulla Terra, e Ciclope ordina a Tempesta, Thor e Crystal di cercare di contenere il pericolo mentre loro attaccano nuovamente Onslaught, che si è riparato all'interno di un campo di forza psico-magnetico impenetrabile.
Cable è riuscito a contattare psionicamente Franklin e Nate prigionieri nell'essenza di Onslaught e, grazie all'aiuto di Xavier, potrebbe consentire loro di fuggire dalla prigionia. Ma Xavier non ha più i suoi poteri, sono stati bloccati da Onslaught. Cable allora propone di controllare psichicamente Joseph per sfuttarne i poteri magnetici per sbloccare i poteri di Xavier. Charles si oppone a questo piano, è troppo pericoloso, ma Joseph accetta, è un primo passo per fare ammenda dei suoi peccati come Magneto.
Destino osserva gli eroi che non riescono a superare la barriera di Onslaught e dice loro che sarà lui a salvarli, grazie ad un piano che ha sviluppato. Gli eroi non si vogliono fidare, ma Destino non ha interesse a tradirli, se Onslaught trionfa, cosa rimarrà a lui su cui regnare se non cenere e rovine? Il piano di Destino è distrarre Onslaught, di modo che non concentri più tutta la sue energia nel mantenere la barriera, una distrazione che può essere fornita solo da Rogue e Visione.
Nelle strade di New York, gli abitanti guardano il secondo sole nel cielo e si domandano se vi sarà un domani per l'umanità.
Gli eroi accettano di tentare il piano di Destino. Visione si fonde con Rogue e i due assaltano Onslaught. La piccola frattura nella barriera causata da Wolverine e allargata da Giant-Man e Namor consente a Rogue e Visione di entrare e colpire Onslaught, che sopporta facilmente il colpo, anziché venirne stordito - e Reed ipotizza il perchè di questo fatto, ma la distrazione è sufficiente per far crollare la barriera. Visione, ferito, chiede a Wanda di stringerlo a se un'ultima volta.
Hulk dice che questo è il suo momento di entrare in azione e chiede a Fenice di spegnere Banner all'interno della sua mente, togliendogli ogni controllo. Jean "spegne" la mente di Banner, e un Hulk furioso aggredisce Onslaught, scatenando una battaglia incredibile.
Durante lo scontro, Reed e Susan parlano. Questa potrebbe essere la loro ultima battaglia. Loro sono stati i primi e sembra che il loro percorso li abbia condotti a quel momento. Reed, per la prima volta, non sa cosa potrebbe succedere, ma dice a Sue di amarla, e Sue replica di amare Reed.
La battaglia tra Hulk e Onslaught scatena una tempesta psionica, gli eroi lottano l'uno a fianco dell'altro per resisterle. Ma gli eroi sono certi di lottare per una giusta causa e non hanno paura di morire a fianco dei loro amici. In questa lotta, antiche rivalità sono messe da parte e sentimenti sepolti ritornano.
Onslaught riesce a bloccare a terra Hulk, dicendogli che nessuno gli sopravviverà, nessuno è più potente di lui, nè gli umani, nè i mutanti, nessuno è degno di sopravvivergli. Onslaught chiede a Hulk se ha dimenticato qualcuno, e Hulk risponde che ha dimenticato solo Hulk e questo lo fa arrabbiare. Hulk scatena una forza impossibile e colpisce Onslaught con un pugno della potenza superiore ad una bomba atomica.
Quando si deposita la polvere e si abbassa la luce scatenata dall'esplosione conseguente al pugno di Hulk, gli eroi vedono che Hulk e Bruce Banner sono separati e stesi a terra, ma vedono anche l'armatura di Onslaught a pezzi. Sono riusciti a vincere.
Ma una voce sinistra dice loro che hanno perso! Onslaught è libero, è diventato un essere di pura energia psionica, è diventato pensiero e percezione, quindi realtà, una realtà pronta a respingere l'esistenza dell'umanità.
Reed dice che sono stati dei folli, Onslaught ha solo continuato ad evolversi, ora non hanno più un'entità fisica che possa essere contenuta e sconfitta.
Thor urla che se quello di cui hanno bisogno è un vascello che contenga Onslaught, questo sarà lui, non dovranno avere pietà! Thor si lancia contro l'energia di Onslaught al grido "per Midgard! per Odino! per Asgard!", ma urla di dolore, l'energia di Onslaught lo sta facendo a pezzi. Eppure il suo piano può funzionare dando ad Onslaught sufficiente massa per assorbirlo.
Johnny e Ben si lanciano nell'energia di Onslaught per aiutare Thor a contenere il nemico. Onslaught grida di dolore "che cosa mi state facendo, miserabili parassiti!".
Giant-Man dice che serve più massa per contenere Onslaught, e corre verso l'energia, ma prima di lanciarvisi, viene raggiunto da Wasp.
Intanto, Capitan America guida i Vendicatori nell'energia di Onslaught al grido di "Vendicatori Uniti!". La terra è in pericolo e loro si sacrificano per salvarla.
Prima di gettarsi in Onslaught, Hank dice a Jan di averla sempre amata, anche nei loro momenti peggiori, e Janet risponde di averlo sempre amato anche lei, dopodiché i due eroi si sacrificano entrando in Onslaught.
Reed capisce che il piano di Thor sta avendo davvero successo, ma serve altra massa. Quindi dice ad Iron Man di prepararsi, ma Iron Man chiede a tutti se hanno visto Destino.
All'interno di Onslaught, Nate e Franklin sono liberi dai legami di energia e vengono raggiunti dalla voce psichica di Xavier che chiede loro di prendere la sua mano, ma Nate non si fida, è colpa di Xavier se tutto questo è accaduto. Ma Xavier gli dice di fidarsi, esiste un mondo in cui è possibile che umani e mutanti vivano in pace.
Quicksilver, Crystal e Wolverine corrono per entrare nell'energia di Onslaught, sacrificandosi insieme ai loro compagni, ma Reed li ferma. Quando Rogue ha colpito Onslaught, l'energia di Onslaught è aumentata. Essendo nato come mutante, i corpi mutanti lo rendono più forte, e quindi vanificherebbero il sacrificio degli altri eroi. Quicksilver, comunque, è sollevato perchè sua moglie sarà risparmiata. Crystal, in lacrime, dice a Pietro che non ascolta: Reed non ha parlato di Inumani. Crystal sfugge dalle braccia di Quicksilver e si lancia nell'energia di Onslaught, mentre Pietro, disperato è trattenuto da Wolverine.
Poco distante, Destino armeggia con uno strumento della sua armatura, le energie scatenate dalla battaglia sono impressionanti e lui deve riuscire ad imbrigliarle con il suo modulo di assorbimento. Ma prima di poterlo fare, il dispositivo è distrutto da una freccia. Occhio di Falco e Iron Man prendono Destino e, mentre Iron Man gli dice che quello che stanno facendo si chiama sacrificio, un concetto forse nuovo per lui. Poi i tre si lanciano nell'energia di Onslaught.
Reed e Sue si guardano intorno e vedono di essere gli ultimi rimasti, così come sono stati i primi. Reed parla con Scott e gli dice che, una volta che anche loro saranno entrati in Onslaught, gli X-Men dovranno colpirli con tutto quello che hanno, senza alcuna pietà. Poi Reed e Sue si prendono per mano e, dopo essersi guardati negli occhi contano, quattro, due. E si lanciano nell'energia di Onslaught.
Scott ordina agli X-Men di attaccare e gli eroi mutanti scatenano tutto il loro potere. Ma la massa in Onslaught non è sufficiente. Bruce Banner si riprende e, dopo essersi guardato intorno, si unisce alla battaglia nell'unico modo in cui può farlo, entrando nell'energia di Onslaught.
è l'ultima aggiunta di massa necessaria: l'attacco degli X-Men diventa efficace e, in una fragorosa esplosione, Onslaught si distrugge!
Nate e Franklin, nell'essenza in distruzione di Onslaught, afferrano la mano di Xavier ed escono dalla loro prigione. Franklin allunga la sua mano verso quella della madre, pochi istanti prima che Sue venga distrutta. E in quel momento, il tempo si ferma e la realtà viene modifica, e, secondo le parole di Uatu "forse gli eroi sono rinati".
Nate e Franklin sono portati a terra da Rogue, mentre l'umanità ha testimoniato con orrore di come gli X-Men abbiano aggredito gli altri eroi nella cuspide della battaglia contro Onslaught, distruggendoli, senza sapere cosa sia successo, e per questo daranno la colpa ai mutanti. Franklin piange e chiede a Xavier quando tornerà la sua famiglia. Xavier gli promette che sarà riunito alla sua famiglia, ma finchè li terrà nel suo cuore, saranno sempre con lui. Al fianco di Franklin, è comparsa una palla blu.
Nate e Charles volano sopra Manhattan, testimoni della distruzione di cui saranno incolpati i mutanti. Nate dice a Charles che gli eroi erano magnifici, se ci fossero stati nel suo mondo, sarebbe stato un mondo migliore.
Così Uatu ha concluso il suo racconto. Apocalisse è soddisfatto, un racconto di distruzione e sopravvivenza, un evento che ha liberato la Terra dai suoi protettori e che farà da preludio alla sua era, l'Era di Apocalisse. Ma Uatu dice che potrebbe non essere così. Perchè nel ricordo degli eroi, essi vivranno per sempre, e con loro il loro coraggio e la loro ispirazione. Qui hanno fatto la differenza.
Intanto, Franklin Richards stringe una palla blu come se fosse la cosa più preziosa dell'universo.
 

gb

Note e rimandi di Continuity:

1) Questa storia va letta a dopo X-Men (1991) 56. L'epilogo della storia è in Uncanny X-Men 337, X-Men 57 e Onslaught: Epilogue. 2) Gli eroi, morti nella battaglia, sono in realtà salvati da Franklin e le loro avventure proseguono in Fantastic Four (1997) 1, Iron Man (1997) 1, Captain America (1997) 1 e Avengers (1997) 1. Dopo Onslaught, i "Marvel Heroes" sono stati "appaltati" dalla Marvel alla Image per un anno. Lo studio di Jim Lee ha preso le redini di Fantastici Quattro e Iron Man, mentre lo studio Rob Liefield ha preso le redini di Captain America ed Avengers. In realtà, Avengers sarebbe dovuto essere stato appaltato a Jim Valentino, ma l'accordo è "saltato". La gestione di Rob Liefield è stata pesantemente criticata, sia dal punto di vista delle sceneggiature che artistico, tanto che l'autore è stato licenziato dopo il crossover Industrial Revolution (numeri 6 di tutte le serie Heroes Reborn) e altri autori hanno preso le redini delle sue due serie, in particolare Robertson per Captain America e Simonson per Avengers 3) Significativo il modo in cui gli eroi si lanciano in Onslaught sacrificandosi. Thor, da solo come è apparso da solo in Journey Into Mystery. Ben e Johnny vanno insieme, i due membri dei Fantastici Quattro ad avere degli "spin-off". I Vendicatori, tutti insieme guidati da Captain America, apparso per la prima volta nella Marvel moderna proprio in Avengers 4. Giant-Man e Wasp, protagonisti di Tales to Astonish, insieme. Iron Man e Occhio di Falco hanno debuttato insieme in Tales of Suspense ed insieme affrontano il sacrificio estremo. Sue e Reed, i primi eroi sono gli ultimi a sacrificarsi, chiudendo idealmente l'era degli eroi. Ed infine Bruce Banner, mostro, eroe, ma sempre solitario, da solo, in silenzio, esegue il suo sacrificio per il bene comune.

gb

Starring

Guest-Starring

Nel cast

Oggetti/Items