Storia (Originale) > 01

  • Blue Marvel [2]
  • Quasar [3]
  • Stygian Starbender
  • Quagmire
  • Makkari
  • Kismet
  • Ereshkigel [2]
  • Eon
  • Antibody
  • Kayla Ballantine

Quasar (1989) #043 Storia 01

Genere: Super-Heroes

Quasar

The Salvage Sword Of Salvation


Pagine: 22

Pencils
Andy Smith
Colors
Lettering




Sinossi:

Quasar non fa nemmeno in tempo a pronunciare una parola che Blue Marvel lo colpisce con una raffica quantica, disperdendo la sua essenza, finchè la sedia su cui prima poggiava Wendell rimane vuota. Il lacchè di Thanos esulta per la sua facile impresa, poi nota la spada fiammeggiante abbandonata dall’Angelo della Vendetta e tenta di afferrarla, ma una violenta scossa percorre il suo corpo quando tocca l’insolita arma, probabilmente una sorta di campo di forza. Distrattosi, Blue Marvel non nota che qualcosa o qualcuno si sta riformando dietro di lui e chiede a Glakandra come possa impossessarsi della spada. Il primo Protettore dell’Universo gli consiglia di domandarlo alla persona dietro di lui. Blue Marvel si volta e davanti a lui vi è... Quasar! Non più in forma bianca, bensì col suo corpo fisico intatto, Wendell abbranca la spada fiammeggiante e si lancia contro Blue Marvel: costui spara un’altra raffica, ma essa rimbalza contro la spada e lo centra così in pieno petto, facendogli sfondare la tenda posta alle sue spalle. Anche Quasar è rimasto sorpreso da quanto accaduto: non ha idea di come il suo corpo si sia potuto riformare o come adesso riesca a muoversi pienamente o come sia in possesso di superpoteri pur non avendo più le sue bande quantiche perse durante la Guerra dell’Infinito, tutto ciò che sa è che si sente alla grande come non accadeva da tempo. Dunque insegue Blue Marvel, oltrepassando lo squarcio nella tenda da lui creato ed abbandonando la Stanza Bianca ed i suoi occupanti. Pianeta Scadam: Holly è rimasta impressionata da quanto accaduto: Kayla ha annientato da sola l’intera Flotta Nera grazie al potere del tatuaggio stellare situato dietro il suo orecchio sinistro. Il Capo Esaminatore aveva ragione dunque, lei è uno degli esseri più potenti della galassia. La ragazza di Quasar preme la sua mano sinistra sull’orecchio ed improvvisamente lo Starbrand si trasferisce sul suo arto: forse è possibile utilizzare questo potere per abbandonare questo pianeta e tornare sulla Terra. Dunque prende con sé Holly ed insieme le due donne si alzano in volo, fino a raggiungere una città deserta che non ha subito alcuna devastazione da parte degli invasori alieni: forse qui c'è qualcuno che può aiutarli oppure vi è una nave che può riportarle a casa. Contemporaneamente, da un’altra parte del pianeta, Kismet si è totalmente ripresa dalla ferita infertale dalle navi della Flotta Nera: anche lei ha ovviamente notato l’immensa sfera energetica che ha annientato gli alieni malvagi e non può fare a meno di chiedersi cosa sia avvenuto, dovrà risolvere questo mistero. Dunque si solleva in volo, oltrepassando l’orbita del pianeta ed avendo la conferma che più nessuna nave è nelle vicinanze di Scadam: quale forza può averli scacciati? Non vi è nessun segno, inoltre, nemmeno della nave degli Addolorati, a bordo della quale vi era anche l’Eterno Makkari: che anch’essa sia stata distrutta? All’esterno della Stanza Bianca: Come Quasar oltrepassa lo squarcio, Blue Marvel gli spara un’altra potente raffica, che però Wendell riesce nuovamente a parare grazie alla spada fiammeggiante. Un sempre più irato Blue Marvel, allora, crea uno scudo ed una spada quantica e si lancia all’attacco del Protettore dell’Universo, che però lo priva con facilità di queste insolite armi. Il potere della spada a quanto pare è più forte dei poteri quantici del lacchè di Thanos, al quale non manca certo l’inventiva in quanto subito dopo crea decine di pugnali quantici che direziona contro Quasar, il quale però li para tutti con la spada. Tocca infine a Wendell passare al contrattacco e, con pochi colpi ben assestati, inizialmente priva Blue Marvel della sua armatura quantica, poi gli chiede chi lo abbia guidato fin qui, forse Thanos? Per tutta risposta Blue Marvel crea due enormi mani quantiche e con esse schiaccia Quasar come si fa con una zanzara. Nelle vicinanze del Pianeta Scadam: Improvvisamente la nave degli Addolorati compare alle spalle di Kismet, che vi sale a bordo. Subito incontra Makkari, il quale le riferisce che sono scampati alla distruzione balzando all’ultimo secondo nell’iperspazio, poi Kismet gli narra quanto è accaduto, suscitando lo sgomento dell’Eterno. Intanto sul pianeta Kayla e Holly si imbattono in un portale di colore nero, simile a quello che il Capo Esaminatore ha usato per portarle su Scadam. Purtroppo non c'è modo di sapere se esso porti sulla Terra, né Kayla può azzardarsi a superarlo per accertarsene in quanto il portale potrebbe essere chiuso dall’altra parte e dunque Holly rimarrebbe sola. Bisogna dunque trovare un altro modo per tornare a casa. All’esterno della Stanza Bianca: Quasar si libera dalla prigionia delle mani quantiche e si lancia nuovamente all’attacco di Blue Marvel, il quale impaurito compie un balzo quantico, sparendo alla vista. Wendell si dispera in quanto non può inseguirlo, solo che in quel momento l’Angelo della Vendetta compare per breve tempo davanti a lui, invitandolo a provare, può farcela. Quasar si chiede come, poi vede una cosa presente sul suo polso e capisce tutto. Così compie anch’egli un balzo, comparendo nello spazio aperto poco dietro Blue Marvel ed afferrandolo per il suo mantello. L’essere però gli ruba la spada e con essa lo trafigge al petto. Ma non accade nulla, anzi, Quasar la espelle dal suo corpo, che non ha riportato alcuna ferita, colpendo al volto Blue Marvel, il quale perde i sensi. Wendell lo afferra allora per un braccio e lo riporta all’interno della Stanza Bianca. Il tutto grazie al simbolo presente sul suo polso, lo Starbrand! Nave degli Addolorati: Kismet è decisa a tornare su Scadam per scoprire quale potere abbia annientato la Flotta Nera. Makkari, però, non la seguirà in questa impresa: mentre lei affrontava gli alieni malvagi, l’Eterno ha parlato con alcuni membri dell’equipaggio del velivolo. Uno di essi gli ha narrato di una specie aliena, i cui rappresentati si muovono tutti quasi alla velocità della luce: Makkari ha desiderio di incontrarli, spera possano insegnargli le loro tecniche, così potrà trovare soddisfazione per lo smacco che ha dovuto subire per aver perso tempo fa la Maratona Galattica. Dunque è giunto il tempo che lui e Kismet si separino. Stanza Bianca: Quasar piazza Blue Marvel sulla sedia dove fino a poco tempo fa vi era seduto lui, poi si libera della spada lanciandola fuori dalla portata di chiunque. Ora che ogni posto è occupato, non c'è motivo per cui lui rimanga qui, prima però Andwella gli chiede come abbia fatto a reintegrarsi dopo essere stato disintegrato. Wendell le spiega che qualche tempo fa era rimasto esiliato in un’altra dimensione, nella quale le sue bande quantiche non riuscivano a generare abbastanza energia per riportarlo a casa. Qui aveva incontrato un tizio in possesso dell’arma più potente del suo mondo, lo Starbrand, e lo aveva persuaso a cederglielo. Così era potuto tornare a casa. Dal momento che era occorsa molta energia per compiere ciò, Quasar si era persuaso di aver esaurito tutto il potere, ma a quanto pare si sbagliava, aveva conservato il marchio delle stelle sotto le sue bande quantiche e non se ne era accorto, se non quando è stato separato da esse. È stato dunque il potere residuo dello Starbrand a reintegrarlo. Poi Wendell afferra una pianta, che poco dopo assume le fattezze di Eon. Al suo ex mentore chiede cosa sia davvero la Stanza e lui risponde che è una parte di sé, i corpi qui presenti sono composti dal suo corpo, gli spiriti che li animano sono residui dell’essenza vitale di ognuno conservati nelle bande quantiche. Quasar lo ringrazia, poi compie un ultimo balzo, tornando definitivamente nello spazio esterno, la capacità di volo garantitagli dallo Starbrand. Ora deve solo trovare la Terra. North Carolina: In un bar due tizi si sono stancati dei modi bruschi e maleducati di un avventore e decidono di dargli una lezione, ignorando che tale avventore è Quagmire. Solo che come si avvicinano un essere nero fuoriesce dal corpo del criminale e mette ko i due. Poi Quagmire torna alle sue bevute.

Fabio Volino


Starring

Guest-Starring

Nel cast

Oggetti/Items