Storia (Originale) > 01

  • Quasar [3]
  • Moondragon
  • Nightcrawler
  • Nova
  • Perun
  • Phoenix [3]
  • Pip
  • Darkstar
  • Thunderstrike
  • Watcher

Quasar (1989) #054 Storia 01

Genere: Super-Heroes

Quasar

| Crossover: Starblast

Search Party


Pagine: 22

Pencils
John Heebink
Colors
Lettering




Sinossi:

Luna: Quasar entra nella dimora dell'Osservatore, per risolvere questa faccenda avrà bisogno di tutto l'aiuto possibile e Uatu farà meglio a collaborare stavolta. Lo chiama ripetutamente, ma Uatu non risponde, né vi è traccia di lui in tutta la sua abitazione e questo è strano considerato che solo un motivo grave è causa di un suo allontanamento. Intanto, nascosto tra le ombre, Gladiatore osserva l'eroe. Ad un tratto Wendell nota sul pavimento dei segni lasciati da alcune bruciature, dall'insolita traccia energetica, una raffica con tutta probabilità: forse che Uatu sia stato coinvolto in una battaglia nella sua stessa dimora ed abbia perso? Quale immenso potere può averlo sopraffatto? E questo avvenimento è in qualche modo correlato con quanto accaduto sul lato nascosto della Luna poco prima? Che vi sia dietro tutto ciò la stessa mano? Quasar esce dunque dalla dimora e si mette in contatto col Epoch: deve riuscire a fargli contattare quanti più eroi possibile. Nel frattempo Hyperion, Binary, Ikaris e Capitan Marvel stanno per rientrare nell'orbita terrestre quando un'astronave con sulla fiancata la bandiera della Russia si para davanti a loro e da essa escono Vostok e Perun, del Protettorato del Popolo, i quali a gesti li invitano ad entrare nella nave perchè il loro viaggio di ritorno sia meno faticoso. Ma in quel momento un'immagine olografica di Quasar compare davanti a loro: l'eroe afferma che quanto accaduto sul lato nascosto della Luna era solo una copertura per qualcosa di molto più grande e pericoloso, da solo potrebbe non farcela, dunque chi vuole unirsi a lui potrà incontrarlo alle seguenti coordinate. Il messaggio giunge non solo agli eroi situati nello spazio ed ai suoi ex alleati recatisi sulla Luna, ma anche ad un Nova ancora convalescente al quartier generale dei New Warriors, a Thunderstrike, alla Vedova Nera e a Visione al quartier generale dei Vendicatori, al Dr. Spectrum e alla Trottola al Progetto Pegaso e a Meggan, Fenice e Nightcrawler sull'Isola Muir. Concluso il messaggio, Wendell ringrazia Epoch, poi crea nel cielo una piattaforma quantica sulla quale attenderà i suoi eventuali alleati. Orbita lunare: Gladiatore rientra nella nave Shi'Ar e riferisce quanto ha visto: essendo la faccenda ancora in sospeso, raccomanda di restare nelle vicinanze e continuare ad indagare in merito. Piattaforma di Quasar: I primi ad arrivare sono Vanguard, Stella Nera, Freccia Nera e Lockjaw, a cui fanno poco dopo seguito Ikaris, Capitan Marvel, Binary, Hyperion e Perun. A loro il Protettore dell'Universo riferisce quanto ha scoperto: ad un tratto riceve un messaggio telepatico da parte di Dragoluna secondo la quale la Guardia dell'Infinito e Silver Surfer non potranno intervenire in quanto impegnati in un'altra importante faccenda. Poi Wendell esprime agli altri il suo intento: vuole dar vita ad una squadra di soccorso che liberi sia Uatu che Kayla. Tutti i presenti accettano. Allora Quasar trasforma la piattaforma in una sorta di disco volante e con esso gli eroi oltrepassano la stratosfera. Pochi secondi dopo giungono sul posto Nova e Rachel Summers, ma constatato che ormai non c'è più nessuno tornano indietro: durante il tragitto Richard Rider si imbatte anche in Visione e gli consiglia di fare marcia indietro. Spazio: Il viaggio procede senza scossoni per quasi un'ora, fin quando Binary avverte la presenza di un'altra nave nelle vicinanze: Quasar decide di andare a dare un'occhiata e, insieme a Vanguard, si fa teleportare da Stella Nera, dal momento che la Forza Oscura non è rilevabile dai radar convenzionali. Una volta che gli eroi sono spariti alla vista, Carol Danvers avverte l'avvicinarsi di un'umanoide alla loro nave: Capitan Marvel allora chiede a Hyperion di indagare su ciò. Il leader dello Squadrone Supremo annuisce ma, poco prima di uscire nello spazio aperto, Freccia Nera gli indica Lockjaw: Hyperion si avvicina al cane e, come lo tocca, viene teletrasportato all'esterno. E Gladiatore sta andando dritto contro di lui. Con fatica Hyperion blocca il suo attacco, poi i due rimangono avvinti per svariati secondi in una morsa da cui nessuno riesce a staccarsi. E per liberarsi alla fine hanno la medesima idea: dai loro occhi partono due potenti raffiche, che si incontrano a metà strada, allontanando i contendenti. Gladiatore si riprende per primo e tenta ancora di colpire Hyperion, ma costui para l'attacco con le sue braccia, poi tenta a sua volta di colpire Gladiatore, il quale però abbranca la sua mano sinistra, portandola dietro la schiena dell'eroe ed iniziandolo a stringere forte per il collo. Hyperion, però, con la mano libera strappa una ciocca di capelli dalla testa di Gladiatore e usa quest'insolita arma per colpire il guerriero Shi'Ar vicino ad un occhio: la cosa, però, non fa altro che irritare ancor di più il leader della Guardia Imperiale, che stringe ancor di più la sua presa, spezzando così il collo di Hyperion, che perde i sensi. Forse per sempre? Gladiatore allora con la sua supervista scruta all'interno della nave quantica, ma all'interno non vi è nessuno: fa rotta perciò verso la sua nave, tra le sue braccia il corpo esanime di Hyperion, che spera di poter far rivivere per poterlo interrogare. Ma una volta entrato ha un'amara sorpresa: Quasar e gli altri eroi terrestri hanno preso il comando del vascello Shi'Ar e gli intimano di consegnare subito il suo prigioniero. A breve distanza dal Sole: Kayla è stata calata in una vasca di privazione sensoriale: secondo un preciso ordine di Skeletron non dovrà esserle fatto alcunché fin quando non giungeranno a destinazione. Lì vicino Uatu osserva il tutto: potrebbe fuggire in qualsiasi momento, ma è qui che desidera rimanere ora.

Fabio Volino


Starring

Dietro le quinte

Oggetti/Items