Storia (Originale) > 01

  • Skar
  • Codabac
  • Nygorn
  • Insidio
  • Quasar [3]
  • Perun
  • Psi-Hawk
  • Darkstar
  • Solar Wind
  • Stranger

Quasar (1989) #056 Storia 01

Genere: Super-Heroes

Quasar

| Crossover: Starblast

Nuke Me With The New


Pagine: 22

Pencils
John Heebink
Colors
Lettering




Sinossi:

New Universe: l’eroe noto come Metallurge entra in un granaio sito in aperta campagna, dove si sono radunati altri eroi del suo mondo: Nightmask, Justice, Overshadow, All-American, Capitan Manhattan, Chrome, Psi-Hawk ed infine Pitbull. Keith rivela loro che il mondo è sull’orlo di una catastrofe peggiore del Pitt per via di esseri provenienti da un altro universo, i cui poteri sono di gran lunga superiori ai loro, e capaci di spargere distruzione ovunque per ottenere ciò che vogliono: la fonte delle loro abilità paranormali. Nonostante quanto da loro visto in questi ultimi anni, gli altri eroi si dimostrano tuttavia alquanto scettici di fronte a quanto detto da Nightmask. Improvvisamente, però, vi è un forte lampo giallo, che poco dopo assume la forma di una donna, una donna che Keith conosce bene: Kayla Ballantine. Nel frattempo, da qualche parte nella Via Lattea, sta avvenendo un fenomeno astronomico senza precedenti: una luce intensissima laddove prima vi era solamente polvere cosmica, che lentamente diminuisce fino a rivelare una porzione di materia planetaria, una mezza sfera la cui grandezza è pari a circa un decimo rispetto a quella di Giove, una sfera che si è parzialmente materializzata in questo universo. È il pianeta dello Straniero, che per l’insolito evento è attualmente scosso da numerosi tremori, avvertibili lungo tutta la superficie: la forza di gravità rimane assente per alcuni secondi, poi ritorna bruscamente, facendo precipitare sul pavimento del laboratorio Quasar, ancora molto debole in seguito alla battaglia con Skeletron. Wendell, incurante di ciò, chiede allo Straniero dove si trovi Kayla, ma l’essere non fa caso a lui, perso nella contemplazione dello Starbrand, posto sull’indice della sua mano destra. Poi Uatu gli fa notare che non si trovano più nel loro universo di origine, ma in un’altra dimensione: la cosa è probabilmente da imputare ad un effetto collaterale imprevisto della congiunzione delle energie personali dello Straniero con quelle dello Starbrand. Quasar, imperterrito, chiede all’Osservatore dove si trovi Kayla: ma Uatu rifiuta di rispondergli, non può venir meno al suo giuramento di non interferenza. Wendell si arrabbia, ma Uatu è irremovibile e subito dopo si allontana dal laboratorio per andare ad osservare questa strana, nuova dimensione. Solo allora Quasar si accorge che Skeletron non è più nelle vicinanze, forse è tornato alla propria nave: decide allora di andare a cercare Kayla facendo uso solo delle sue capacità. Rimasto solo, lo Straniero contempla la fonte di energia che ha appena acquisito e, usando i suoi poteri cerebrali, la analizza risalendo così ai suoi precedenti possessori: Kayla Ballantine, Ereshkigal, Quasar, Jim Hanrahan, Ken Connell... Nave degli Starblasters: Rientrato nel suo vascello, Skeletron riferisce a Nygorn quanto accaduto: c'è un nuovo multiverso a loro disposizione, pronto da depredare. Contemporaneamente, nel laboratorio della nave, Insidio sta effettuando un’atroce autopsia su Vanguard: Stella Nera osserva il tutto orripilata, ma non può fare nulla poichè come tutti gli altri eroi è bloccata da forti manette energetiche o da campi di forza. Ad un tratto Skeletron si collega con la sala, sfuriando contro Insidio: quegli esseri sono troppo pericolosi, li vuole subito morti. Seppur riluttante, Insidio afferra una sega elettrica e la usa per tagliare in due il corpo di Ikaris: in quello stesso momento dietro di lui si apre un portale dal quale escono Freccia Nera e Lockjaw. Mentre il fedele cane libera Carol Danvers, il monarca degli Inumani mette facilmente ko Insidio, poi si inginocchia di fronte a Ikaris ed avvolge prontamente le sue due parti in un bozzolo energetico. Contemporaneamente Nygorn, Codabac e Skar entrano nel laboratorio, ma Binary distrugge facilmente le loro armi, poi libera Photon dal campo di forza che la teneva prigioniera. Monica libera a sua volta Perun, poi si tuffa anch’essa nella battaglia, colpendo violentemente Nygorn dietro al collo. Binary ha poi gioco facile sugli altri alieni. Luna del New Universe: Uatu sta osservando la Terra quando Quasar lo raggiunge: l’eroe gli chiede se Kayla si trovi su quel pianeta e l’Osservatore risponde di sì. Quasar allora compie un balzo quantico. Terra: Kayla Ballantine si riprende, ritrovandosi davanti al manipolo di eroi di questo mondo. Di essi riconosce solo Nightmask, da lei precedentemente incontrato, il quale le chiede come mai gli alieni siano così interessati a lei. La donna risponde che è a causa del suo potere, lo Starbrand, suscitando così lo sgomento in tutti i presenti, considerati i trascorsi poco felici causati dal marchio stellare. Purtroppo Kayla non può riferire il numero esatto degli alieni che stanno per arrivare. Allora Overshadow e Psi-Hawk decidono di andare a verificare di persona. Una volta che i due sono usciti, Metallurge, rimasto affascinato dalla bellezza di Kayla, le si avvicina e tenta di fare conoscenza con lei. In breve tempo Overshadow e Psi-Hawk si imbattono in Quasar, il quale tenta di eluderli. Ma Overshadow usa i suoi poteri psichici per rallentarne l’andatura, poi imprigiona l’eroe all’interno del suo corpo energetico e decide di portarlo sulla Terra perchè venga interrogato. Pianeta dello Straniero: La nave di Skeletron abbandona il planetoide per entrare nel New Universe. Contemporaneamente Nygorn contatta l’essere tecnorganico perchè li aiuti nella battaglia contro i terrestri: stufo dell’interferenza degli eroi, tuttavia, Skeletron prende una decisione più drastica. Stacca dunque la sezione del laboratorio dall’astronave e la manda alla deriva nello spazio. La gravità esercitata dal pianeta dello Straniero, però, la attira violentemente verso il basso, dando vita a violenti tremori e surriscaldando le paratie. Stella Nera allora si teleporta via trascinando con sé il corpo di suo fratello. Il suo esempio viene prontamente seguito dai tre Shi'Ar Vento Solare, Moondancer e Voyager, che non attendono altro che arrivare al cospetto dello Straniero per potersi vendicare dei lunghi anni di tortura patiti. Binary chiede a Perun di provare a rallentare la caduta del mezzo e il dio del tuono russo tenta ciò alterando la rotta di collisione col suo martello, ma esso vola via privo di ogni controllo. La piccola sezione della nave inizia allora a vorticare, impedendo agli eroi qualsiasi altro tentativo per salvarsi. L’impatto è imminente. Nel frattempo la nave di Skeletron balza nell’iperspazio, riemergendo a svariati anni luce di distanza, per la precisione davanti alla Terra. L’essere tecnorganico la osserva con fare bramoso: ecco il mondo che lui era predestinato a scoprire, un pianeta permeato dell’energia dello Starbrand. Lo Straniero può tenersi la sua porzione, lui sta per ottenere molto di più: estrarrà ogni erg di energia dello Starbrand presente su questo pianeta, anche a costo di dover uccidere tutti i suoi abitanti.

Fabio Volino


Starring

Guest-Starring

Nel cast

Dietro le quinte

Oggetti/Items