Storia (Originale) > 01

  • Captain Marvel [3]
  • Baron Strucker
  • Atlas [2]
  • Songbird
  • Sea Leopard
  • Purple Man
  • Nagala
  • Manowar
  • Mach-4
  • Llyron [2]
Genere: Super-Heroes

THUNDERBOLTS

One Step Forward…


Pagine: 23

Pencils
Tom Grummett
Colors
Lettering




Sinossi:

Sono passati due mesi da quando Abner Jenkins ha espresso la sua dichiarazione d’intenti: voleva fare per gli altri quello che era stato fatto per lui, voleva offrire a uomini e donne che avevano commesso errori la stessa possibilità, la stessa speranza che era stata data a lui. Intendeva ridare vita ai Thunderbolts. Tuttavia finora non si è visto nessun risultato da parte dell'ex Scarabeo: e con i Vendicatori caduti in disgrazia, il mondo ha di certo bisogno di nuovi eroi. Di nuovi Thunderbolts. Mach IV: Non volava da mesi, ora si sente alla grande. Si sente libero, per la prima volta in vita sua, ma anche oppresso da un peso invisibile. Gli ci vogliono solo sette secondi per andare dal ponte di Brooklyn all'Empire State University ed agganciare il suo obiettivo. Abe Jenkins ha scontato volontariamente la sua pena, ha annunciato pubblicamente che avrebbe dato vita ad un nuovo gruppo di supereroi: finalmente ha trovato un finanziatore ed ha supervisionato la costruzione di un nuovo quartier generale. Eppure ora si sente nervoso nel rivedere la donna che ama. Mach IV atterra nel cortile della celebre università, vicino ad una particolare studentessa stupita per il suo arrivo: Melissa Gold. Tuttavia la ragazza nei mesi passati ha trovato anche il tempo per alcune imprese personali, come Songbird, contro lo Scorpione e Klaw. Abe ha sentito di questi suoi exploit ed è venuto a contattarla: coi Vendicatori divisi, c’è bisogno dei Thunderbolts. E lei è la persona più adatta. Il giorno dopo: Grazie ad ali composte di suono solido, Songbird sorvola il porto di Brooklyn, fino ad arrivare all'indirizzo che le ha fornito Abe. Sembra più un rifugio che un quartier generale. Come atterra, dei tentacoli meccanici si protendono verso di lei, ma grazie ai suoi poteri li aggroviglia in una massa inestricabile. Alle sue spalle qualcuno esulta: il sistema di sicurezza ha funzionato. E’Erik Josten, che Melissa corre subito ad abbracciare: è stato lui a chiedere ad Abe di rientrare nei Thunderbolts, anche se è stato privato delle Particelle Pym che lo rendevano Atlas. Non voleva mancare per nulla al mondo. Soprattutto ora che la sua relazione con Dallas Riordan si è interrotta, per via del nuovo lavoro di costei nell'agenzia per la sicurezza nazionale. Songbird e Erik entrano in una stanza, che è insolitamente fredda. Il motivo è la presenza di Blizzard, che si sta allenando con Mach IV: Donny Gill è finora l'unica nuova recluta del gruppo, voleva dare una svolta positiva alla sua vita prima che fosse troppo tardi, già troppe possibilità aveva sprecato in passato. Songbird va a prendersi un caffè, lamentandosi con Erik per quello che lei vede come un gruppo dalle basi precarie, lei stessa ritiene che non vi rimarrà a lungo. Un tempo tutto questo per lei era molto importante, ma ora con la morte di Occhio di Falco, il loro ex leader, non riesce a trovare un senso nell'impegnarsi così a lungo e duramente se poi la luce alla fine del tunnel verrà spenta. E’Abe a fornirle una risposta: devono loro stessi divenire quella luce, quel faro che indichi la giusta via. E’per questo che c’è bisogno dei Thunderbolts. Improvvisamente nella base risuona un allarme: è stata intercettata una trasmissione della polizia che potrebbe interessare il gruppo. L'allerta proviene da Lower Manhattan, vicino a dove si trovava il World Trade Center. Mach IV si alza in volo per andare a controllare, mentre Erik e gli altri salgono a bordo del nuovo T-Bird. Giunto sul posto, Jenkins si trova davanti ad una scena agghiacciante: un manipolo di atlantidei che si fa chiamare Fathom Five sta attaccando la città di New York, con lo scopo di eliminare gli abitanti di superficie dalla faccia della Terra. Songbird compie delle rapide indagini su di loro, scoprendo alcuni precedenti: Dragonrider alcuni anni fa ha attaccato le Nazioni Unite, mentre Llyron e Leopardo Marino hanno affrontato in passato Sub-Mariner. Nessuna notizia invece sugli ultimi due componenti. Mach IV prova ad avvicinarsi a Dragonrider, ma viene fermato da un vortice marino creato da Bloodtide, unica componente femminile del gruppo, capace di controllare le correnti. Quello stesso vortice va a colpire il T-Bird, che in breve tempo va a pezzi: Blizzard crea uno scivolo di ghiaccio e si allontana, mentre Songbird con delle pinze soniche porta in salvo Erik Josten. Donny Gill prova ad avvicinarsi a Dragonrider, ma è chiaramente in difficoltà di fronte a questa per lui nuova situazione: così il drago comandato dal criminale infrange con la sua coda lo scivolo di Blizzard. Mentre precipita, il giovane riesce a creare un altro scivolo di ghiaccio ed a rallentare la sua caduta. Songbird lo esorta allora a ghiacciare il fiume ed a bloccare per Fathom Five ogni possibilità di accesso all'acqua: questo rallenterà i mostri e la donna che controlla le correnti marine. Incitato anche da Mach IV, Blizzard intraprende quest'opera, ma viene subito fermato dall'ultimo componente del gruppo criminale, Manowar, una sorta di polipo con decine di tentacoli. A liberare Donny Gill dalla stretta letale di Manowar giunge però un altro eroe, Capitan Marvel. Melissa e Mach IV gli si affiancano e Abe invita Genis, i cui poteri gli permettono di generare calore, a sollevare la temperatura nella zona circostante di modo da disidratare i componenti di Fathom Five. In quel momento arrivano sul posto gli elicotteri dei notiziari. Genis si alza in volo, seguito da Songbird, ed arriva in cima al grattacielo dove si trova Llyron, che mette facilmente fuori gioco. Stesso destino condiviso anche da Bloodtide. Genis propone di piazzarla davanti alle telecamere, per dimostrare a tutti il loro valore, per far capire agli altri che loro sono i migliori: Melissa si merita questo e altro, si merita di meglio. Si merita lui. Erik Josten, l'unico che ode le parole dell'alieno, si fa improvvisamente cogliere dall'ira ed i suoi occhi iniziano a brillare: Genis non fa parte del gruppo e non si metterà in mezzo ad Abe e Melissa. Così, crescendo di dimensioni, colpisce con un violento pugno Capitan Marvel, il quale affonda nel terreno. Ma Erik non si ferma qui e continua a tempestate il kree con altri pugni. Bloodtide, approfittando della confusione, si tuffa nel fiume e fugge. Intanto Songbird e Blizzard, ignari di quanto sta accadendo, si riuniscono a Mach IV. L'attacco è stato fermato, ma tutti i componenti di Fathom Five sono riusciti a fuggire. Abe però non è preoccupato: ha piazzato su uno di loro un rintracciatore, presto capiranno se stanno agendo da soli o in nome di Atlantide. In quel momento arrivano i poliziotti ed i vigili del fuoco, ma i Thunderbolts non si allontanano, vogliono ancora portare aiuto. A tal proposito Abe contatta Erik, che gli riferisce che Capitan Marvel è volato via per inseguire i criminali, poi dice che tornerà al quartier generale per vedere se si può recuperare il T-Bird. Chiusa la comunicazione, Atlas afferra Capitan Marvel e lo getta in acqua, poi riassume le sue consuete fattezze e si allontana, non notando che c’è qualcuno che ha assistito a tutta la scena. Quartier generale dei Thunderbolts, alcune ore dopo: Erik spiega a Songbird cosa è accaduto: Capitan Marvel ha provato ad inseguire Bloodtide, ma è stato preso di sorpresa da un vortice marino e trascinato sott'acqua e lui non ci ha potuto fare niente. Melissa rimprovera il suo compagno di squadra: avrebbe potuto contattarli. Mach IV però li invita a stare tranquilli: possono sempre fare affidamento sul rintracciatore. Ora però deve uscire per qualche ora: la loro nave è andata distrutta, dunque deve contattare il loro finanziatore.Merovech Investment Group: Abe Jenkins entra nell'ufficio privato del finanziatore dei Thunderbolts, il quale non è soddisfatto. Non sta fornendo loro del denaro solo perchè possano aspirare alla mediocrità: vuole, anzi pretende da loro grandi cose. Jenkins farà meglio ad aggiustare la situazione, altrimenti il Barone Wolfgang Von Strucker rivelerà al mondo che possiede il suo corpo e la sua anima!

Fabio Volino


Oggetti/Items