Storia (Originale) > 01

  • Ivory King [5]
  • Ivory King [4]
  • Thor
  • Abyss [3]
  • Ex Nihilo
  • Ex Nihila
  • Nightmask
  • Hyperion
  • Thorr [2]
  • Starbrand
Genere: Super-Heroes

MULTIVERSAL AVENGERS

| Evento: Secret Wars (2015) | Crossover: Time Runs Out

[-]


Pagine: 22

Script
Pencils
Inks
Colors
Lettering




Sinossi:

Mentre l'universo 1120006 sta collassando, i Vendicatori Multiversali sono radunati attorno al corpo di un Mapmaker. Grazie alla guida di Nightmask, Abyss riesce a decodificare il Mapmaker e ad individuare la posizione nel multiverso dei Re d'Avorio.
Nightmask utilizza tutto il suo potere per trasportare i Vendicatori e la roccia su cui si trovano in quel luogo. Questo sforzo fa regredire Nightmask di età finchè non si dissolve nel nulla, effetto collaterale del suo potere di teletrasporto dimensionale.
I Vendicatori si ritrovano nell'oscurità completa del vuoto tra le dimensioni finchè non si apre una faglia di luce, dalla quale esce la voce degli Arcani, che chiedono cosa facciano loro in quel luogo. Alla sfida di Thor, dalla faglia escono due Arcani che affrontano i Vendicatori, dopo aver detto loro di fuggire, stanno disturbando un esperimento che è quasi giunto a compimento. Thor replica che questo comporta l'estinzione, per cui li combatteranno e li sconfiggeranno.
L'attacco di Thor non ha effetto, gli Arcani dicono loro di arrendersi all'estinzione, la soluzione più facile, che farà terminare il loro esperimento. Abyss comprende la natura degli Arcani, come la loro manifestazione fisica mutevole intrappoli la loro essenza. Ex Nihilo comprende le parole di sua sorella e guida gli altri Ex Nihilii all'attacco. Insieme ad Abyss, stabilizzano la forma di uno degli Arcani e lo trasformano in un albero, uccidendolo, un atto di creazione in sfida alla distruzione portata dagli Arcani. Questo costa però le loro vite, il potere necessario per questa trasmutazione li ha consumati.
Thor e Hyperion attaccano l'ultimo Arcano rimasto in piedi, che ha ferito a morte Starbrand, passandolo da parte a parte con una lama. L'Arcano strappa un braccio a Thor e si appresta ad acciecare Hyperion, ma Starbrand, morente, scatena il suo potere ed il suo rammarico di essere morto senza aver potuto vivere la sua vita. Esplodendo, Starbrand porta con se il nemico.
Thor e Hyperion sono sollevati, il loro compito parrebbe finito, rimane solo da chiudere la faglia per guarire l'Universo. Ma la loro speranza si infrange immediatamente. Dalla faglia esce un numero incalcolabile di Arcani che piomba su di loro.
Thor dice al suo fratello in spirito che la morte li attende, ma l'affronteranno. Dopodichè si appresta a sollevare il Mjollnir di Thorr, che solo chi è indegno è in grado di sollevare, ma non è in grado. In questa sua disperta battaglia è tornato degno. E sarà così che affronterà la fine, come Thor Odinson, figlio di Odino, brandendo l'ascia Jarnbjoern. Hyperion dice a Thor che la sua amicizia ha dato senso alla vita che credeva persa dopo la morte del suo universo e gli chiede di attenderlo nel Valhalla. Thor replica che faranno a gara per chi vi arriverà.
Così i due dei affrontano i molti dei che li assalgono. Il sole brilla un'ultima volta, vi sono lampo e tuono che scuotono lo spazio. Dopodiché vi è solo oscurità e silenzio.
 



Starring

Guest-Starring

Oggetti/Items